Questo articolo è stato letto 223 volte

Accertamento con i valori minimi del Comune

definizione agevolata

Intreressante ordinanza della Cassazione secondo cui in tema di imposta comunale sugli immobili (ICI), l’avviso d’accertamento che fa riferimento alla delibera della giunta comunale contenente la determinazione dei valori minimi delle aree edificabili, comprensiva di quella oggetto di imposizione, deve ritenersi sufficientemente motivato in quanto richiamante un atto di contenuto generale avente valore presuntivo e da ritenersi conosciuto (o conoscibile) dal contribuente.

Spetta dunque a quest’ultimo l’onere di fornire elementi oggettivi (eventualmente anche a mezzo perizia di parte) sul minor valore dell’area edificabile rispetto a quello accertato dall’ufficio” (così, di recente, Cass. n. 16620 del 05/07/2017). La dicitura “considerato il contenuto dispositivo di cui alla delibera in materia di determinazione del valore delle aree fabbricabili ai fini lei per l’anno 2007″ era sufficiente a motivare l’avviso secondo i canoni dell’art. 7 della l. 212/2000 in quanto consentiva alla contribuente di avere conoscenza della delibera in questione, individuata con riferimento alla materia e all’anno di riferimento.

Scarica l’ordinanza n. 6859/2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>