Questo articolo è stato letto 8 volte

Affidamento in house della gestione delle discariche, con conseguente affidamento della gestione e riscossione della RES corrispettivo

bmp

In considerazione delle intervenute modifiche legislative in materia di tributi sui rifiuti urbani, un comune, che fa parte di un Consorzio di bacino, intende passare dall’attuale sistema di cosiddetta TIA puntuale alla TARES corrispettivo, facoltà consentita dall’art. 14, comma 29, del D.L. 6 dicembre 2012, n. 201, convertito nella legge 22 dicembre 2012, n. 214, secondo il quale  “A decorrere dal 1° gennaio 2013 è istituito in tutti i Comuni del territorio nazionale il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientale e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni. “

Il successivo comma 31 dell’art.14 dispone che “La tariffa di cui al comma 29 è applicata e riscossa dal soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani”, che, nel caso di specie, è il Consorzio di bacino.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>