Questo articolo è stato letto 393 volte

Aire e comodato

Il Caso a cura di C. Carpenedo

diritto-di-abitazione

Proprietaria residente all’estero del 50% di un”abitazione in cui risiede la madre, presenta il contratto di comodato a favore della madre, proprietaria dell’altro 50%. La madre, residente, non paga nulla in quanto l”immobile risulta essere la sua abitazione principale; la figlia, invece, è soggetta all”IMU. Abbiamo il dubbio se possa essere concessa l”agevolazione del 50% dell”imposta IMU, prevista per i comodati, in quanto la figlia non è residente nel comune ma in uno Stato estero (risulta iscritta AIRE).

La disposizione richiamata nel quesito ha rivoluzionato il riconoscimento del beneficio derivante dal comodato a decorrere dal 1 gennaio 2016. I comodati che rispettano solo certi requisiti avranno diritto alla riduzione della base imponibile del 50% e non più all’assimilazione come abitazione principale.

Continua a leggere la risposta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>