Questo articolo è stato letto 2 volte

Anche le Anci regionali chiedono il rinvio dei bilanci

Ieri a lanciare l’allarme sui termini per l’approvazione dei rendiconti 2014 degli enti locali, in scadenza giovedì, è stato il coordinatore delle Anci regionali, il sindaco di Imola Daniele Manca: «Dai territori – ha spiegato – arrivano segnali inequivocabili di difficoltà a rispettare le scadenze, a causa dell’accumularsi di adempimenti» che in questa fase vedono anche l’avvio a regime di fatturazione elettronica, riversamenti dello split payment, conto annuale del personale e così via. A complicare il quadro è soprattutto il riaccertamento dei residui, chiesto dall’armonizzazione contabile che proprio con i rendiconti 2014 incontra il proprio debutto generalizzato. Finora il Governo ha respinto al mittente la richiesta di rinvio, anche perché si teme che uno slittamento anche parziale (per esempio del riaccertamento) porti come effetto domino il rinvio anche dei preventivi (il termine è fissato al 31 maggio), al punto che sono già circolate voci di rinvio al 30 giugno. Sui rendiconti, comunque, servirebbe una norma, e l’ultima occasione sarebbe il Dl enti locali.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>