Questo articolo è stato letto 38 volte

Baratto amministrativo

lady-justice-2388500_1920

Il baratto amministrativo non è suscettibile di interpretazione analogica e può essere applicato alle sole ipotesi di riduzione e/o estinzione di crediti di natura tributaria.

Importante decisione della Sezione Autonomie della Corte dei conti (deliberazione n. 2/2020) chiamata a dirimere un contrasto insorto tra l’orientamento della Sezione regionale di controllo per la Lombardia, che sostiene l’estensibilità dell’istituto del baratto amministrativo anche ai crediti di natura non tributaria e l’orientamento della Sezione regionale di controllo per il Veneto limita  l’applicabilità ai soli tributi locali.

In quanto  norma eccezionale, l’articolo 190 del Dlgs 50/2016 non può essere applicato, secondo i giudici contabili, oltre casi e tempi in esso considerati (articolo 14 delle disposizioni preliminari del codice civile), vale a dire al di fuori delle fattispecie qualificabili come «riduzioni o esenzioni di tributi».

Scarica la decisione delle Corte dei Conti

La riscossione coattiva delle entrate locali

La riscossione coattiva delle entrate locali

Cristina Carpenedo, 2018, Maggioli Editore
La performance dell’attività di riscossione misura l’efficienza nella gestione delle entrate. La riscossione delle entrate degli enti locali assume carattere trasversale coinvolgendo entrate di ogni genere. La presente opera offre un’analisi accurata delle entrate dei Comuni, a partire...

55,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>