Questo articolo è stato letto 28 volte

Canone non ricognitorio

legge_bilancio_2017

Il canone non ricognitorio di cui all’articolo 27 del Dlgs n. 285/1992 (codice della strada) per le occupazioni di suolo pubblico attuate con la posa delle infrastrutture non può essere imposto dal Comune in relazione al mero utilizzo del sottosuolo, ossia prescindendo dall’effettivo utilizzo e fruizione della sede stradale. L’imposizione di un canone non ricognitorio è legittima limitatamente al periodo durante il quale le lavorazioni di posa e realizzazione dell’infrastruttura a rete impediscono la piena fruizione della sede stradale.

È quanto affermato dal TAR Veneto nella sentenza n. 807 del 29.8.2017

LEGGI LA SENTENZA

 

Consigliamo il CONVEGNO:

Le ultime novità sui tributi comunali
Dal prelievo sui rifiuti al terzo settore, passando per l’imposta di soggiorno e la definizione delle liti pendenti

Bologna, 31 ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>