Questo articolo è stato letto 20 volte

Cartelle pagate fuori tempo: interessi di mora ancora in calo

Saggio legale di interesse nei tributi locali

Con comunicato del 4 aprile 2017 l’Agenzia delle entrate rende noto che la misura degli interessi di mora da aggiungere alle somme iscritte a ruolo e versate oltre il limite di sessanta giorni dalla notifica della cartella di pagamento passa dal 4,13 al 3,50%  (escluse le sanzioni e gli interessi).

La nuova “taglia” è stata fissata con provvedimento del 4 aprile 2017, che tiene conto della flessione dei tassi registrata nel 2016 e certificata dalla Banca d’Italia.

A prevedere la determinazione annuale degli interessi in argomento è il decreto legislativo 159/2015 il quale, all’articolo 13, stabilisce che l’adeguamento sia fissato con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate. Così, sulla base della stima effettuata dalla Banca d’Italia con riferimento alla media dei tassi bancari attivi nell’anno 2016, l’Amministrazione ha posizionato l’asticella al 3,50 per cento.

Il nuovo tasso sarà operativo dal prossimo 15 maggio.

LEGGI il PROVVEDIMENTO 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>