Questo articolo è stato letto 62 volte

CNDCEC – Circolare aprile 2019 terzo settore (ets): tributi locali confermati

adult-3327336_1920

La recente circolare del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, traccia il punto sulla situazione giuridica del terzo settore dopo le riforme degli ultimi anni.

In merito ai tributi locali si conferma l’esenzione IMU e TASI per gli immobili destinati, totalmente o in parte, allo svolgimento delle attività istituzionali benefiche.

Il co. 6 dell’art. 82 del CTS disciplina l’esenzione IMU e TASI, accordata agli ETS non commerciali (esclusi quindi quelli commerciali e le imprese sociali) per gli immobili destinati, totalmente o in parte, allo svolgimento delle attività istituzionali (in quest’ultima ipotesi, l’esenzione sarà parziale).

La disposizione presenta una sostanziale continuità con la normativa ante-riforma, tenuto conto dell’esigenza di conformarsi alla stringente giurisprudenza comunitaria sul punto, anche se l’elenco delle attività non coincide con quelle di interesse generale (tantomeno quella di “religione e di culto” del tutto assente per gli ETS). In termini analoghi, i co. 7 e 8 dell’art. 82 del CTS demandano alle Regioni, alle Province autonome di Trento e Bolzano e agli enti locali di deliberare eventuali riduzioni o esenzioni dai tributi di competenza, nonché possibili semplificazioni legate agli adempimenti.

Leggi la circolare

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>