Questo articolo è stato letto 2 volte

Contenzioso – La rappresentanza legale del dirigente comunale è limitata ai giudizi di merito davanti alle commissioni tributarie

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 10839 del 28 giugno 2012 ha stabilito che i dirigente comunale può rappresentare l’ente locale solo nei giudizi innanzi alle commissioni tributarie. Nel caso in cui la figura dirigenziale non sia prevista, l’art. 3-bis del D.L. n. 44 del 2005, stabilisce che tale funzione viene assolta dal titolare di posizione organizzativa. Per i giudizi davanti alla Corte di Cassazione, invece, la competenza è esclusivamente del sindaco poiché al giudizio di legittimità si applicano le regole del processo civile e non quelle del processo tributario.

Continua a leggere l’approfondimento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>