Questo articolo è stato letto 595 volte

Efficacia della rendita catastale: come operare in sede di accertamento

Il Punto di S. Zammarchi

e-gratuito-laccesso-per-i-comuni-alle-planimetrie-catastali02092013.bmp

In tema di efficacia della rendita catastale la giurisprudenza di legittimità ha stabilito momenti diversi di applicazione della nuova rendita, sulla base delle varie fattispecie che si possono presentare e che, conseguentemente, hanno rilevanza diversa ai fini dell’applicazione ICI/IMU/TASI.

Di recente, con l’Ordinanza del 28 agosto 2017, n. 20463, la Corte di Cassazione si è pronunciata in ambito di retroattività della variazione di rendita catastale, nel caso in cui la modifica di questa sia proposta dal contribuente, mediante la procedura DOCFA, per correggere errori materiali o di fatto compiuto nella procedura attivata dallo stesso contribuente.
In tali casistiche la nuova rendita produce effetti a partire dal 1 gennaio dell’anno successivo a quello in cui la variazione viene annotata negli atti catastali.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>