Questo articolo è stato letto 73 volte

Enti non commerciali: il dm 200/2012 non ha valore di legge

imu

Pesante colpo sulla norma relativa agli enti non commerciali esenti ai fini IMU: il DM 200/2012, scritto in attuazione dell’articolo 91 bis del dl1/2012 «non ha valore di legge», perché l’articolo 91 -bis «non demandava al decreto ministeriale il compito di definire autoritativamente il concetto di “modalità non commerciali”, ma solo il compito di stabilire modalità e procedure da seguire in caso di utilizzazione mista di un immobile, al fine di individuare il rapporto percentuale tra utilizzazione commerciale e utilizzazione non commerciale dell’immobile stesso», così ha deciso la Cassazione n. 10124/2019.

Il criterio che individua paganti ed esenti non può essere quella scritta nel decreto in quanto va ritenuta «commerciale» qualsiasi «attività organizzata per la prestazione di servizi a terzi dietro pagamento — da parte dell’utente o di altri, compresi lo Stato, le regioni o altre pubbliche amministrazioni – di un corrispettivo funzionale ed adeguato alla copertura dei costi e alla remunerazione dei fattori della produzione».

Leggi l’ordinanza della Cassazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>