Questo articolo è stato letto 20 volte

Enti notificati via Pec

Fonte: ItaliaOggi

TORNA L’INDICE IPA NELLE P.A.
Per le notifiche via Pec agli enti il dl semplificazioni resuscita l’indice Ipa delle pubbliche amministrazioni. Se infatti manca l’indirizzo mail dell’ente destinatario nel registro Pa del portale dei servizi telematici del ministero della Giustizia (Pst), l’avvocato può perfezionare la notifica a tutti gli effetti inviando la pec al domicilio digitale indicato nell’Ipa, di cui all’art.6-ter del Cad, il codice dell’amministratore digitale. Nella relata è opportuno indicare che l’indirizzo pec è stato preso dall’indice Ipa in quanto assente nel registro Pa. Lo stabilisce l’art. 28 del decreto semplificazioni, in vigore dal 17.07 e oggi all’esame del Senato nelle commissioni riunite Affari costituzionali e Lavori pubblici in sede referente: il termine per presentare emendamenti scadrà martedì 4.08.2020 alle 12. Tempo scaduto. Al comma primo lettera c) della norma, dunque, viene reintrodotta la validità delle notifiche alle Pec degli enti censite nell’Ipa. Risulta ormai scaduto il termine fissato dal decreto sviluppo bis entro cui le amministrazioni avrebbero dovuto comunicare il loro account certificato. Ora il dl semplificazioni spinge per le notifiche telematiche consentendo alle amministrazioni di comunicare al ministero della Giustizia gli indirizzi Pec di organi o articolazioni anche territoriali. La comunicazione della Pec a suo tempo prevista dall’articolo 16, comma 12, del decreto legge 179/12 riguarda tutte le amministrazioni dello Stato, enti locali, scuole, università, asl, camere di commercio e così via. E finché manca l’indicazione nel registro Pa scatta la notifica alla pec contenuta nell’indice digitale delle pubbliche amministrazioni. Se nell’Ipa ci sono più account per l’unico ente destinatario, la notifica è effettuata presso l’indirizzo Pec primario nella sezione «ente» dell’amministrazione interessata. In base alla determinazione 97/2019 ogni ente deve inserire nell’indice e mantenere aggiornati i propri dati. Piattaforma unica. Sarà infine PagoPa spa a sviluppare con Poste Italiane la piattaforma unica con cui la pubblica amministrazione notificherà cittadini e imprese provvedimenti, avvisi e comunicazioni.
Rassegna stampa in collaborazione con Mimesi s.r.l.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>