Questo articolo è stato letto 472 volte

I fabbricati rurali da accatastare. Effetti sull’IMU e sulla TASI

COME FARE: modelli operativi

fabbricati-rurali.bmp

Negli ultimi mesi l’Agenzia delle Entrate – Territorio ha recapitato diverse lettere nelle quali invita i proprietari di immobili a regolarizzare la situazione catastale di quei fabbricati ancora iscritti al catasto terreni, secondo le vecchie regole di accatastamento dei rurali.

  • Cosa chiede l’Agenzia
Gentile Signora, dalle informazioni presenti negli atti catastali lei risulta intestataria di fabbricati rurali, o loro porzioni, tuttora censiti nel Catasto Terreni, invece che in quello Edilizio Urbano. Le ricordiamo che i titolari di diritti reali sui fabbricati che possiedono i requisiti di ruralità, avevano l’obbligo di dichiararli al CEU entro il 30 novembre 2012
La lettera contiene un allegato  che illustra quali sono gli immobili che non rientrano nell’obbligo dichiarativo secondo l’elenco dell’articolo 3 comma 2 e comma 3 del dm 2 gennaio 1998, n. 28


Situazione catastale

L’obbligo di accatastamento dei fabbricati rurali risponde all’obiettivo di assegnare una rendita all’immobile secondo le ordinarie regole catastali. Sono diversi anni che i fabbricati iscritti al catasto terreni in quanto rurali secondo vecchie regole, dovevano essere portati al catasto fabbricati.

Continua a leggere l’articolo

SCARICA il MODELLO di Avviso di accertamento d’ufficio IMU per omesso versamento con contestuale irrogazione di sanzioni

 

Per maggiori approfondimenti consulta il nostro SPECIALE sull’ IMU

Novità editoriale:
I tributi locali nel 2017

I tributi locali nel 2017

Cristina Carpenedo, 2017, Maggioli Editore
Nel 2017 la fiscalità vive un altro capitolo della riscossione pubblica, che abbandona il modello Equitalia per dare spazio alla nuova Agenzia delle Entrate - Riscossione. Il disegno del legislatore recupera la riscossione delle entrate comunali dopo un periodo di emarginazione che ha portato...

64,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>