Questo articolo è stato letto 66 volte

ICI e IMU dovute in caso di amministrazione straordinaria

accertamento

L’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi è una procedura concorsuale, al contempo giudiziaria e amministrativa, che tende a conciliare le pretese dei creditori con il salvataggio del complesso produttivo e del livello occupazionale. Essa, a differenza del fallimento, è finalizzata alla conservazione del complesso aziendale attraverso la continuazione dell’attività, e non alla liquidazione del patrimonio aziendale.

Secondo la Corte, sentenza n. 7397/2019 dalla normativa Ici  si rileva che il regime agevolativo ai fini del versamento è esclusivamente riferito agli immobili compresi nel fallimento e nella liquidazione coatta amministrativa, atteso che nessun riferimento viene fatto alla procedura dell’amministrazione straordinaria. La disciplina, integrando una deroga al regime impositivo generale, è da ritenersi di stretta interpretazione, e quindi non suscettibile di applicazione analogica, atteso anche le diverse finalità della procedura dell’amministrazione straordinaria rispetto a quella fallimentare. Ciò comporta, infine, che le società in amministrazione straordinaria saranno tenute al versamento dell’Imu alle ordinarie scadenze.

Scarica la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>