Questo articolo è stato letto 7 volte

Ici e scuole? Non e’ cambiato nulla

Scuole paritarie (gestite da un ente ecclesiastico) soggette al pagamento dell’Ici, secondo la Cassazione? Nulla cambia rispetto alla «normativa attualmente in vigore» sulla tassazione degli immobili, quindi non è previsto, ad oggi, alcun «intervento di modifica». A dirlo è stato il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, fugando ieri pomeriggio, nel corso del question time nell’aula della camera, ogni dubbio sulle conseguenze del pronunciamento dei giudici di piazza Cavour, che con le sentenze 14225 e 14226 avevano sollevato un polverone giuridico, oltre che politico. E, prima che il titolare del dicastero di via XX Settembre mettesse la parola fine sulla vicenda chiarendo, alla domanda di un deputato di Ap, che la Suprema corte si riferiva all’Ici richiesta per immobili per gli anni 2004-2009, e non toccava l’«attuale regime Imu», aveva detto la sua il sottosegretario Enrico Zanetti, ritenendo, al contrario, che «sulla questione dell’esenzione Ici-Imu non vedo soluzioni diverse da una norma di interpretazione autentica sul concetto di attività commerciale» (si veda ItaliaOggi del 28/7/2015). Sollecitato, poi, a rispondere a un’interrogazione che, riportando articoli giornalistici, evidenziava l’ipotesi di una proposta del ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, per l’introduzione di una «eurotassa», l’esponente governativo, menzionando «contatti diretti» avuti con l’omologo della Germania, ha smentito vi sia una «iniziativa esplicita» in tal senso. Nel contempo, però, Padoan non ha nascosto che, «naturalmente, il tema in generale delle tasse a livello europeo», nonché, soprattutto, dell’adozione di «eventuali misure di armonizzazione fiscale è da parecchie settimane nel dibattito pubblico, e anche in quello ufficiale», a seguito del confronto in corso sul «futuro dell’Unione monetaria». La più importante iniziativa in questa direzione, ha proseguito, viene dal gruppo di studio presieduto dal senatore a vita Mario Monti, che «sta ragionando su un Rapporto che verrà reso pubblico l’anno prossimo». E, finora, è emersa «la conferma della difficoltà di qualsiasi esercizio di riforma del sistema delle risorse proprie», determinate anche da «complicazioni procedurali e istituzionali», ha concluso il ministro.

 

Gestire la IUC nel 2015 Gestire la IUC nel 2015

Caratterizzata dai problemi irrisolti con cui i Comuni dovranno fare i conti al momento della sua determinazione, la IUC e i tributi che la compongono vengono esaminati da Maurizio Fogagnolo in questo nuovo volume per la corretta gestione del contenzioso e della riscossione, con casi risolti e schemi annotati dei Regolamenti IMU – TASI – TARI.

Contiene schemi annotati 
dei Regolamenti IMU – TASI – TARI • Con CD-Rom

L’ACQUISTO DEL VOLUME INCLUDE L’ACCESSO GRATUITO AL CORSO ON LINE
“IUC – Guida alle novità 2015 e all’aggiornamento dei Regolamenti comunali”

» Acquista Subito

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>