Questo articolo è stato letto 287 volte

ICI su abitazione principale

abitazione_principale_IMU

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 26947/2017, ritorna sul tema della dimora abituale del nucleo familiare in tema di ICI, riprendendo un principio già noto.
In tema d’imposta comunale sugli immobili (ICI), ai fini della spettanza della detrazione prevista, per le abitazioni principali (per tale intendendosi, salvo prova contraria, quella di residenza anagrafica), dall’art. 8 del d.lgs. n. 504 del 1992 (come modificato dall’art. 1, comma 173, lett. b), della I. n. 296 del 2006, con decorrenza dall’1 gennaio 2007), occorre che il contribuente provi che l’abitazione costituisce dimora abituale non solo propria, ma anche dei suoi familiari, non potendo sorgere il diritto alla detrazione ove tale requisito sia riscontrabile solo per il medesimo”.

Restano tuttavia pesanti criticità sulla valutazione dei requisiti sull’abitazione principale in materia di IMU che deve fare i conti con la Circolare ministeriale 3/DF/2012 che giustifica l’assenza dei componenti della famiglia per ragioni lavorative e personali.

LEGGI LA SENTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>