Questo articolo è stato letto 3.637 volte

Il Caso – IMU sul fabbricato in corso di costruzione

risoluzione-agenzia-delle-entrate-n112013-su-esenzione-imu.bmp

DOMANDA:

Un contribuente continua a versare l’IMU su area edificabile sulla quale insiste immobile già accatastato, pur non ultimato. Fino a quando è legittimo l’utilizzo della base imponibile costituita dall’area fabbricabile?

RISPOSTA:

L’applicazione dell’IMU sul fabbricato in corso di costruzione trova disciplina nel d. lgs. 504/92 applicabile all’IMU in forza del rinvio dinamico fissato dall’articolo 13 del dl 201/2011, che attinge la definizione delle fattispecie imponibili direttamente dalla disciplina dell’ICI. Ai sensi del comma 1 dell’articolo 2 del suddetto decreto  per fabbricato si intende l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano, considerandosi parte integrante del fabbricato l’area occupata dalla costruzione e quella che (CASS. 19638/2009)  ne costituisce pertinenza; il fabbricato di nuova costruzione è soggetto all’imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui è comunque utilizzato.
L’iscrizione nel catasto edilizio dell’unità  immobiliare costituisce di per sé presupposto sufficiente perché l’unità  sia considerata “fabbricato” e, di conseguenza, assoggettata all’imposta prevista per tale specie di immobile; analogamente, per la norma, costituisce presupposto sufficiente la mera sussistenza delle condizioni di iscrivibilità.

Continua a leggere la risposta

 Novità editoriale:

carpenedo_tributi_locali

I tributi locali nel 2016

di Cristina Carpenedo

La fiscalità locale è stata interessata da due importanti eventi normativi: la legge 28 dicembre 2015 n. 208, la legge di stabilità per il 2016 ed i decreti legislativi n.ri. 156, 158 e 159 del 24 settembre 2015 di attuazione della delega fiscale (approvata con L. 23 del 11/03/2014).

Questo volume è strutturato in una prima parte dedicata agli interventi della legge di stabilità e in una seconda parte dedicata agli istituti che caratterizzano la gestione della fiscalità locale.

>> SCOPRI DI PIU’ <<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>