Questo articolo è stato letto 10 volte

Imposta di soggiorno

Enti locali – Regolamento dell’imposta di soggiorno – Approvazione aliquote – Delibera di giunta comunale – Legittimità – Fattispecie

TAR Veneto, sez. III – Sentenza 23 ottobre 2012, n. 1283

È legittima la delibera di giunta comunale avente ad oggetto “approvazione aliquote dell’imposta di soggiorno” nella parte in cui ha stabilito che l’importo della tassa debba essere parametrato alla classificazione delle diverse tipologie di strutture ricettive; tale deliberazione, infatti, ha articolato le aliquote sulla base delle determinazioni della deliberazione consiliare di approvazione del regolamento dell’imposta di soggiorno, che aveva indicato la necessità di operare una distinzione tra le strutture ricettive in modo differenziato, al fine di tener conto delle caratteristiche dei servizi. Peraltro, l’articolazione delle aliquote in base alla tipologia della struttura e alla classificazione, non viola il principio di gradualità in proporzione del prezzo, che nella previsione dell’art. 4 del d.lgs. 14 febbraio 2011, n. 23, ha carattere tendenziale, e pertanto può basarsi anche sul dato di comune esperienza secondo il quale, a seconda delle diverse tipologie di strutture, ad una classificazione più alta corrisponde un prezzo più alto, mentre la pretesa della parte ricorrente di tener conto anche degli importi effettivi che siano il risultato di eventuali promozioni è priva di fondamento, in quanto il legislatore impone una gradualità proporzionale al prezzo e fissa un importo massimo dell’imposta, ma non articola l’ammontare dell’imposta rigidamente in relazione a fasce di prezzo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>