Questo articolo è stato letto 270 volte

IMU sulla piscina condominiale

Il Caso di C. Carpenedo

imu

Diversi residence e condomini sono dotati di piscina con accatastamento autonomo, in titolarità ai singoli proprietari degli appartamenti in ragione dei millesimi posseduti. A seguito di accertamento notificato all’amministratore condominiale, quest’ultimo contesta che l’IMU è di competenza di ciascun proprietatio e che pertanto l’ente deve rivolgersi a quest’ultimo. A chi spetta il versamento dell’IMU?

Anzitutto va ricordato che quando la piscina presenta le caratteristiche di una costruzione, soggiace all’obbligo dell’accatastamento con attribuzione di apposita rendita e conseguente versamento dell’IMU. Restano escluse dall’accatastamento le piccole piscine che non integrano il requisito dell’unità immobiliare.

In un contesto condominiale dove la piscina viene utilizzata dai condomini che risultano essere titolari per effetto della quota acquisita con l’atto di compravendita dell’appartamento, il bene rientra nella fattispecie del bene comune censibile.

Continua a leggere 

 

Manuale dei tributi locali

Manuale dei tributi locali

Autori Vari, 2018, Maggioli Editore
Come era prevedibile, l’entrata in vigore della Iuc (imposta unica comunale) non ha affatto semplificato il panorama dei tributi comunali, anzi lo ha reso – se possibile – ancora più irragionevolmente complicato. A dispetto del nome, infatti, la Iuc non ha unificato nulla, poiché si...

115,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>