Questo articolo è stato letto 139 volte

Ingiunzione di pagamento: illegittima se firmata dall’Avvocato per conto del comune

ingiunzione_pagamento

La recente sentenza della CTP di Firenze n. 418/2017 afferma che è illegittima l’ingiunzione di pagamento firmata dall’Avvocato per conto del Comune.

Il Caso

Il caso vede protagonista un Comune che affida la sottoscrizione (e dunque l’adozione) dell’ ingiunzione di pagamento a uno studio legale, conferendo a tal fine apposito mandato.

Il dispositivo

La commissione ritiene che il funzionario del Comune non abbia il potere, in base alle disposizioni normative vigenti, di delegare un legale esterno all’Amministrazione ad emettere una ingiunzione fiscale ex r.d. 639/1910, in quanto, ancorchè l’ingiunzione assuma anche la funzione di atto di precetto, è comunque e prioritariamente un atto amministrativo e perciò di esclusiva competenza del funzionario dirigente incaricato, come espressamente previsto dall’art. 2 del citato decreto.
Inoltre, l’art. 107 del T.U.E.L. (D.Lgs. 267/2000) prevede che spetta ai dirigenti l’adozione degli atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l’amministrazione verso l’esterno.

LEGGI LA SENTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>