Questo articolo è stato letto 109 volte

Ingiunzione fiscale – titolo esecutivo

riscossione2

Nuovo pronunciamento della corte di cassazione ( Ordinanza n. 10896/2019) relativo all’ ingiunzione fiscale. Questa, se emessa ai sensi del RD 639/1910, è espressione del potere di auto-accertamento e di autotutela della Pubblica Amministrazione, con natura giuridica di atto amministrativo che cumula in sé le caratteristiche del titolo esecutivo e del precetto, legittimando, in caso di mancato pagamento, la riscossione coattiva mediante pignoramento dei beni del debitore. Essa segue il mancato pagamento dell’avviso di accertamento e non lo sostituisce. Una volta divenuto definitivo l’avviso di accertamento, infatti, il rapporto giuridico tributario deve considerarsi esaurito, sicché la successiva ingiunzione fiscale non integra un nuovo atto impositivo ma un atto liquidatorio (Cass. 13132/2017).

Scarica l’ordinanza

La riscossione coattiva delle entrate locali

La riscossione coattiva delle entrate locali

Cristina Carpenedo, 2018, Maggioli Editore
La performance dell’attività di riscossione misura l’efficienza nella gestione delle entrate. La riscossione delle entrate degli enti locali assume carattere trasversale coinvolgendo entrate di ogni genere. La presente opera offre un’analisi accurata delle entrate dei Comuni, a partire...

55,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>