Questo articolo è stato letto 920 volte

Legge di Bilancio 2018: novità in materia di tributi locali

Approfondimento di C. Carpenedo

legge_bilancio_2017

Con legge 27 dicembre 2017 n. 205 Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 è stato approvata la legge di bilancio per l’assetto finanziario pubblico, comprensivo di norme che riguardano la fiscalità dei comuni e importanti aspetti sulla notifica degli atti nonché sulla prescrizione delle entrate. Gli interventi sulla fiscalità locale confermano una situazione statica che non riserva novità di rilievo ma solo qualche apertura a sostegno delle situazioni più critiche.  La legge di bilancio conferma il blocco della potestà impositiva  in continuità con la decisione inserita sulla legge di stabilità n. 208/2015 che deve essere analizzata sulla base delle deroghe ammesse.
Gli aspetti di intervento sui quali focalizzare l’attenzione sonno i seguenti:

  • Estensione al 2018 del divieto di incremento dei tributi locali ad eccezione della Tari
  • Conferma della maggiorazione TASI
  • Estensione al 2018 della deroga dei coefficienti TARI
  • La soppressione della norma che prevedeva il requisito di iscrizione all’albo della riscossione per l’espletamento dei servizi di supporto
  • Modifiche al servizio di notificazione a mezzo della posta al fine di completare la liberalizzazione  dei servizi postali
  • L’attribuzione delle funzioni in materia di rifiuti e tariffa all’ARERA

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>