Questo articolo è stato letto 628 volte

Legge di Bilancio 2018: tributi ed entrate locali

COME FARE: modelli operativi

tributi

La bozza della legge di Bilancio per il 2018 conferma la continuità del blocco della pressione fiscale per i più importanti tributi locali. La sospensione decretata per il 2016 dal comma 26 dell’articolo 1 della Legge 208/2015 permane anche per l’anno 2018.
Ne consegue che il livello di pressione fiscale, per i tributi colpiti dal blocco, è l’assetto del 2015 definito dalle delibere regolamentari e di aliquote in vigore in quell’anno. In linea di principio la pressione fiscale è così fotografata dalle delibere approvate entro il 31 luglio 2015 e rese esecutive ai sensi di legge e delle regole di pubblicazione che caratterizzano l’IMU e la TASI. I comuni potranno solo ridurre le aliquote e introdurre nuove agevolazioni.

Le norme coinvolte sull’esercizio della potestà e gli obblighi di pubblicazione

Le regole di adozione degli atti che compongono la manovra delle entrate sono definite dai seguenti articoli:

  • L’articolo 52 comma 2 scrive la regola di efficacia dei regolamenti in materia di entrate. “I regolamenti sono approvati con deliberazione del comune e della provincia non oltre il termine di approvazione del bilancio di previsione e non hanno effetto prima del primo gennaio dell’anno successivo.”.

Continua a leggere

SCARICA il MODELLO DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE ALIQUOTE IMU E TASI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>