Questo articolo è stato letto 238 volte

Notifica avviso di accertamento: vale il momento di consegna dell’atto al comune

notificazione-atti-a-mezzo-del-servizio-postale-relata-di-notifica.png

Il Caso

I. C. proponeva ricorso per cassazione contro la sentenza resa dalla CTR della Campania per l’annullamento dell’avviso di liquidazione perché notificato oltre il termine triennale di decadenza previsto dall’art. 76 dPR n.131/1996.
La parte ricorrente prospettava la mancata considerazione, da parte della CTR, del fatto che la consegna dell’atto al Comune non poteva essere presa in considerazione quale momento rilevante ai fini della consegna dell’avviso di liquidazione, dovendosi invece considerare la data di effettiva consegna dell’atto all’ufficio del messo notificatore del medesimo comune.

La decisione della Corte di Cassazione

Con sentenza n. 2030/2017, la Corte di Cassazione afferma che ai fini del decorso del termine di decadenza dall’azione impositiva, vale il momento di consegna dell’atto al comune nel quale si incardina la figura professionale del messo comunale, non essendo in alcun modo ipotizzabile altra diversa data di effettiva consegna dell’atto a detto ufficio, apparendo pertanto del tutto irrilevante l’epoca di materiale ricezione dell’atto da notificare al messo comunale medesimo.

LEGGI la SENTENZA della Corte di Cassazione del 26/01/2017, n. 2030

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>