Questo articolo è stato letto 94 volte

Notifica mediante poste private fino al 10 settembre 2017 non sanabile

notifica

È inammissibile il ricorso tributario comunicato tramite servizio privato anziché con Poste italiane prima del 10 settembre 2017. Non ha effetto retroattivo la norma che, dal 10 settembre 2017 ha abrogato la disposizione previgente che attribuiva in via esclusiva i servizi di notifica degli atti giudiziari tributari alle Poste italiane.

La notifica tramite servizio privato va, inoltre, considerata inesistente e non sanabile neppure se le parti resistenti si costituiscono in giudizio. Lo ha stabilito la Ctr Sicilia con la sentenza 510/2/2018. Orientamento confermato dalla Corte di cassazione con la sentenza 8089 del 3 aprile scorso.

LEGGI la SENTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>