Questo articolo è stato letto 22 volte

Processo tributario: Santo patrono e termini processuali

processo-tributario-santo-patrono-e-termini-processuali.jpg

L’Agenzia delle Entrate risponde alla seguente domanda:

Il giorno della festa del santo patrono, essendo chiusi gli uffici della commissione tributaria provinciale, non sono riuscito a depositare un ricorso. Potevo farlo il giorno seguente non festivo?

La ricorrenza del santo patrono non è considerata giorno festivo ai fini della proroga dei termini processuali (articolo 155 cpc), ad eccezione della festa dei santi Pietro e Paolo con riferimento al comune di Roma. Pertanto, nel caso in cui la scadenza dovesse coincidere con la ricorrenza del santo patrono, non è possibile procedere agli adempimenti il giorno seguente non festivo. Gli orari di apertura dei pubblici uffici non incidono in nessun modo sul diritto di difesa come su quello della tutela giurisdizionale. È il soggetto privato ad avere l’onere di conoscere gli stessi per una diligente cura dei suoi interessi. Peraltro, tale principio vale per tutte le parti processuali, anche per l’Agenzia delle Entrate; conseguentemente, non è riscontrabile nessuna disparità di trattamento (circolare 12/E del 2010).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>