Questo articolo è stato letto 128 volte

Recupero interessi dopo sentenza

interessi_legali

È legittimo il recupero degli interessi maturati nel periodo in cui è stata concessa, in via giudiziale, la sospensione dell’esecutiva dell’atto impugnato per le somme dovute in pendenza di giudizio e il contribuente risulta soccombente. È quanto affermato nella sentenza n. 1312 della Corte di Cassazione del 19 gennaio 2018.

I giudici, nel ritenere infondato il ricorso chiariscono, innanzitutto, che la concessione della misura cautelare inibisce unicamente la riscossione coattiva permanendo validi ed efficaci gli effetti dell’atto impugnato fino a quando il giudice non pronuncerà la sua decisione. Quindi, se il ricorso viene rigettato vengono meno, dalla data di pubblicazione della sentenza, gli effetti della sospensione, ma non la possibilità di riscuotere le imposte dovute e i relativi interessi che sono nel frattempo maturati.

LEGGI LA SENTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>