Questo articolo è stato letto 390 volte

Regolamento tariffa puntuale: Anci Emilia-Romagna propone sia la versione tariffa, sia quella tributo

Il Punto di S. Zammarchi

rifiuti

Con nota inviata ai Comuni il 31 ottobre scorso, ANCI Emilia Romagna ha fornito alcune precisazioni in merito all’adozione della Tari Puntuale, proponendo un Protocollo d’intesa, teso a sostenere i Comuni nella gestione dell’entrata correlata al peso/volume dei rifiuti conferiti dagli utenti.

L’intervento dell’ANCI regionale prende avvio dalle disposizioni normative vigenti in materia di TARI, dettate dall’art. 1, commi 641 e successivi, della Legge n. 147/2013, chiarendo che il legislatore ha fornito la possibilità ai Comuni di adottare la tariffa puntuale qualora abbiano implementato sistemi di misurazione specifica, ossia sistemi finalizzati a determinare la misura della tariffa, in proporzione al rifiuto conferito al servizio di raccolta, ai sensi del comma 668. A tal proposito, nella comunicazione richiamata, la Regione Emilia Romagna ricorda che con propria Legge n. 16/2015 è stato imposto a tutti i Comuni situati all’interno del proprio territorio, l’applicazione di un sistema di tariffazione puntuale entro il 2020.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>