Questo articolo è stato letto 165 volte

Tari agriturismi

tari

Il regolamento Tari non può applicare la stessa tariffa degli alberghi agli agriturismi, includendoli nella stessa categoria di attività e applicando la medesima tariffa. Secondo La sentenza del Consiglio di Stato n.1162/2019, la specialità della tipologia turistica fa dell’agriturismo un’attività economica a sé, contraria alla presunzione che la riconduce all’attività alberghiera. L’agriturismo è finalizzato dalla legge all’obiettivo precipuo del recupero di un patrimonio edilizio rurale; non ha di fatto le caratteristiche aziendali di un albergo.

Il metodo normalizzato, con la previsione di un intervallo di valori minimo e massimo entro cui stabilire coefficienti di produttività per le utenze non domestiche, indica che l’esercizio della discrezionalità amministrativa debba svilupparsi nel rispetto di una ragionevole graduazione, mediante riduzioni ed esenzioni, in rapporto all’effettivo e oggettivo carico di rifiuti prodotti. Pertanto, la previsione di moderazioni per tipologie contraddice l’assunto della rigidità del metodo normalizzato.

Leggi la sentenza del Consiglio di Stato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>