Questo articolo è stato letto 160 volte

TARI: determinazione delle tariffe

tarip

La motivazione dell’ atto di determinazione della tariffa in materia di rifiuti deve essere congrua e comprensibile, nonché trasparente circa i criteri scelti per addivenire alla quantificazione delle somme dovute dai cittadini, al fine di assicurare il controllo (in primo luogo degli stessi amministrati e poi del giudice competente) sull’esercizio del potere discrezionale da parte degli enti locali impositori (cfr. TAR Sardegna, Cagliari, sez. II, n. 146/2013; TAR Emilia Romagna, Bologna, sez. II, n. 1056/2015);

E’ illegittimo per violazione di legge ed eccesso di potere per difetto di istruttoria e di motivazione il provvedimento con cui sia stata determinata la tariffa dovuta per la gestione dei rifiuti, nel caso in cui dal provvedimento medesimo non sia ricavabile alcun elemento idoneo a ricostruire i presupposti di fatto e di diritto in ordine all’ammontare e/o all’aumento della tariffa (cfr. TAR Puglia, Lecce, sez. I, n. 966/2011).

LEGGI la recente SENTENZA del TAR Campania

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>