Questo articolo è stato letto 847 volte

TARSU: presupposto di applicazione della tassa è la sede legale della società

tarsu-istanza-di-rimborso.jpg

Il Caso:
La Commissione Tributaria Regionale della Campania rigettava l’appello proposto dalla società I.S.T. s.r.l., avverso la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli che aveva confermato la legittimità dell’avviso di accertamento TARSU, per gli anni 2005 e 2006, emesso dal Comune di Napoli.
Rilevava al riguardo la CTR che la sede della società risultava essere in via (…), immobile in relazione al quale era stata richiesta l’ICI.

La Corte afferma che deve presumersi che la società che indica un immobile quale sede legale, lo occupi e ne abbia il possesso o, quantomeno la detenzione, spettando al contribuente, in via di eccezione fornire la prova trattarsi di un semplice formale recapito.

CONSULTA la SENTENZA della Corte di Cassazione n. 14905 del 20 luglio 2016

 

Per maggiore approfondimento VAI allo SPECIALE sulla TASSA RIFIUTI

 

Novità editoriale:

carpenedo_tributi_locali

I tributi locali nel 2016

di Cristina Carpenedo

La fiscalità locale è stata interessata da due importanti eventi normativi: la legge 28 dicembre 2015 n. 208, la legge di stabilità per il 2016 ed i decreti legislativi n.ri. 156, 158 e 159 del 24 settembre 2015 di attuazione della delega fiscale (approvata con L. 23 del 11/03/2014).

Questo volume è strutturato in una prima parte dedicata agli interventi della legge di stabilità e in una seconda parte dedicata agli istituti che caratterizzano la gestione della fiscalità locale.

>> SCOPRI DI PIU’ <<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>