Questo articolo è stato letto 3 volte

Tasse, Tarsu riscritta dalla legge di stabilità: ecco la Tares da pagareda gennaio in quattro rate

Il duro colpo della seconda rata dell’Imu (da versare entro lunedì) si è già fatto sentire nelle tasche degli italiani prima delle feste natalizie, che è già in arrivo un altro balzello: dal primo gennaio tutti in cassa per pagare la nuova Tares, la tassa sui rifiuti e servizi ridisciplinata da un emendamento dei relatori alla Legge di Stabilità. A inizio anno si pagherà la prima rata, poi altre 3 (aprile, luglio, ottobre). Il versamento della prima rata e fino alla messa a punto da parte dei comuni delle nuove tariffe, è considerato in acconto e commisurato alla vecchia Tarsu o Tia. Novità vengono introdotte per l’individuazione dei metri dell’immobile sui quali calcolare quantità e qualità dei rifiuti.

Fonte: il Messaggero

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>