Questo articolo è stato letto 301 volte

Aliquota Iva opere di urbanizzazione

iva

Con comunicato del 7 Marzo 2017 l’Agenzia delle Entrate risponde alla seguente domanda:

A quale aliquota Iva sono assoggettate le opere di urbanizzazione?

Le opere di urbanizzazione sia primaria sia secondaria sono assoggettate all’aliquota Iva agevolata nella misura del 10% (numero 127-quinquies, parte terza, tabella A, allegata al Dpr 633/1972). Inoltre, il successivo numero 127-septies prevede l’applicazione della medesima aliquota agevolata alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto relativi alla costruzione delle opere di urbanizzazione. Costituiscono opere di urbanizzazione primaria: le strade residenziali; gli spazi di sosta o di parcheggio; le fognature; la rete idrica; la rete di distribuzione dell’energia elettrica e del gas; la pubblica illuminazione; gli spazi di verde attrezzato; le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione e le opere di infrastrutturazione per la realizzazione delle reti di comunicazione elettronica ad alta velocità in fibra ottica in grado di fornire servizi di accesso a banda ultralarga effettuate anche all’interno degli edifici (articolo 4, comma 1, legge 847/1964). Sono, invece, opere di urbanizzazione secondaria: gli asili nido e  le scuole materne; le scuole dell’obbligo nonché le strutture e i complessi per l’istruzione superiore dell’obbligo; i mercati di quartiere; le delegazioni comunali; le chiese e altri edifici per servizi religiosi; gli impianti sportivi di quartiere; i centri sociali e le attrezzature culturali e sanitarie; le aree verdi di quartiere (articolo 4, comma 2, legge 847/1964).

 

Novità editoriale:

tributi_locali_2017I tributi locali nel 2017

di Cristina Carpenedo

Nel 2017 la fiscalità vive un altro capitolo della riscossione pubblica, che abbandona il modello Equitalia per dare spazio alla nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione.
Il volume analizza il nuovo attore della riscossione, le modalità di affidamento e il ventaglio di alternative che fanno capo all’ingiunzione fiscale, che rimane strumento di forte interesse per i comuni, maggiormente rispondente ai principi della contabilità armonizzata.

SCOPRI DI PIU'

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *