Imposta di soggiorno e reato di peculato

La Corte di Cassazione (sentenza n. 18320) ha chiarito che è possibile escludere dalla condanna per il delitto di peculato i titolari di una struttura ricettiva che abbiamo omesso di riversare al Comune l’imposta di soggiorno incassata dai clienti; in particolare, secondo la Corte è doveroso valutare i contenuti del regolamento comunale dell’imposta al fine di verificare l’esatta natura della funzione svolta dall’albergatore.

[libprof code=”22″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.