Questo articolo è stato letto 28 volte

La società che fornisce “supporto” all’ente non può rivestire la qualifica di agente contabile

di Giuseppe Debenedetto

La società che effettua per conto del Comune l’attività di supporto all’accertamento e alla riscossione delle entrate locali non può rivestire la qualifica di agente contabile e quindi non è tenuta alla resa del conto giudiziale. Lo ha chiarito la Corte dei Conti Marche, sezione giurisdizionale, con la sentenza n. 245 del 26/5/2021, che ha accolto il ricorso di una società affidataria del servizio di supporto alla gestione delle entrate comunali avverso un decreto che aveva imposto la compilazione dei conti giudiziali relativi a diverse annualità nonché la sanzione pecuniaria del 5% dei compensi al netto dell’Iva.

La sentenza si offre lo spunto per evidenziare la distinzione tra il soggetto affidatario del servizio di gestione delle entrate (in concessione), dal soggetto che invece effettua una mera attività di supporto, propedeutica all’accertamento e alla riscossione delle entrate (in appalto).

>>>>>>CONTINUA A LEGGERE

Guida alla gestione pratica dei tributi locali

Guida alla gestione pratica dei tributi locali

Maurizio Lovisetti, Giorgio Morotti, 2021, Maggioli Editore
Il testo, redatto da due avvocati del settore, affronta in maniera lineare ma sistematica i diversi aspetti della parte generale del diritto tributario degli enti locali, ossia quell’insieme di principi e di istituti comuni a tutti i tributi locali. Risponde quindi a una serie di domande a...

42,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *