L’avviso di accertamento non deve contenere, nella motivazione, i calcoli relativi alla determinazione delle tariffe

Benché sia la CTP che la CTR avessero respinto il ricorso proposto contro un avviso di accertamento in rettifica per denuncia infedele, relativo alla tassa di smaltimento rifiuti dovuta per l’anno 2000, una contribuente ha impugnato la sentenza dei giudici tributari  dinanzi alla Corte di Cassazione, che ha deciso la questione con la sentenza n. 17952 del 19 ottobre 2012.

Continua a leggere

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.