L'esperto risponde - Quesito

» Argomento

TARIFFE TARI

» Data

2 maggio 2021

» Quesito

buon pomeriggio. argomento: tariffe tari Lo scorso anno a giugno abbiamo confermato le tariffe tari 2019 per l'anno 2020, come peraltro consentito, e abbiamo approvato il PEF 2020 verso la fine dell'anno con un conguaglio di circa 3.000, da suddivere nei tre anni successivi. Ora il PEF 2021 sarà approvato entro giugno (il nostro COmune fa parte di un COnsiglio d'Ambito e quindi il COmune con delibera di Consiglio fa una presa d'atto di un piano). La prima rata TARI sarà a fine settembre, per cui vedremo se i tempi ce lo consentono di elaborare le tariffe sulla base del nuovo PEF 2021 oppure se confermare quelle del 2020 e fare la rata a conguaglio a dicembre. ORa, mi domando..le tariffe 2020 quali sono? quelle del 2019 confermato oppure elaboro nuove tariffe 2020 sulla bse del pef di fine anno scorso? attendo cortese riscontro. Stefania Vasciarelli

» Risposta

Come ricordato nel quesito, ai sensi dell’art. 13, comma 15-ter del D.L. n. 201/2011, prevede che “I versamenti dei tributi diversi dall'imposta di soggiorno, dall'addizionale comunale all'IRPEF, dall'IMU e dalla TASI la cui scadenza è fissata dal comune prima del 1° dicembre di ciascun anno devono essere effettuati sulla base degli atti applicabili per l'anno precedente. I versamenti dei medesimi tributi la cui scadenza è fissata dal comune in data successiva al 1° dicembre di ciascun anno devono essere effettuati sulla base degli atti pubblicati entro il 28 ottobre, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio su quanto già versato. In caso di mancata pubblicazione entro il termine del 28 ottobre, si applicano gli atti adottati per l'anno precedente”. Dunque, per le rate Tari emesse nell’anno 2021, la misura delle tariffe da applicare è quella adottata per le tariffe dell’anno 2020. Ovviamente, se il Comune si è avvalso della deroga di cui all’art. 107, comma 5, del D.L. n. 18/2020 (NB: non tutti i Comuni lo hanno fatto!), le tariffe del 2020 dovevano essere le medesime del 2019.


Pertanto, se il Comune si è avvalso di tale deroga le tariffe delle prime bollette del 2021 saranno la replica di quelle del 2019 e 2020.


Cordialmente