Questo articolo è stato letto 64 volte

Stabilite le modalità applicative per la rottamazione delle cartelle sotto i 5.000 euro

a cura di Giuseppe Debenedetto

Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 14/7/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 2/8/2021, sono state approvate le modalità di annullamento automatico dei debiti tributari di importo residuo fino a 5.000 euro risultanti da carichi affidati agli agenti della riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010. Ricordiamo che l’importo di 5.000 euro è comprensivo di tributo, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni.

Il primo step, da compiersi entro il 20 agosto 2021, riguarda la trasmissione all’Agenzia delle Entrate da parte dell’agente della riscossione dell’elenco dei codici fiscali, presenti nel sistema informativo alla data del 23 marzo 2021, delle persone fisiche e  dei  soggetti  diversi  dalle  persone fisiche aventi  uno o più  debiti  di  importo residuo, alla medesima data del 23 marzo 2021, fino a 5.000 euro (ovviamente solo quelli affidati dal 2000 al 2010). Il decreto, nella relazione tecnica, stima che su una platea di 3 milioni di contribuenti, circa l’83% (cioè 2.490.000 soggetti) rientra potenzialmente nel perimetro della sanatoria.

>>>>>>CONTINUA A LEGGERE

I tributi locali nel 2021

I tributi locali nel 2021

Giuseppe Debenedetto, Luigi Lovecchio, Pasquale Mirto, Stefania Zammarchi, 2021, Maggioli Editore
L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha avuto un importante impatto su diversi settori economici e non ha risparmiato ripercussioni sulla gestione dei tributi locali, già interessati da rilevanti novità come l'introduzione della nuova IMU e l'entrata in vigore della tanto attesa riforma della...

78,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *