Questo articolo è stato letto 31 volte

TIA potestà regolamentare

rifiuti - tarsu

Il comune non può estendere con regolamento la soggettività passiva della tariffa igiene ambientale disciplinata dall’articolo 49 del d lgs 22/97, in quanto violerebbe la riserva di legge in materia tributaria. Ha stabilirlo è una sentenza della CTR lombarda, la n. 755/2019.

L’articolo 49 stabilisce che il «soggetto passivo sia l’occupante che il conduttore in leasing per tutta la durata dell’occupazione» diversamente dal regolamento comunale che prevede «quale soggetto obbligato e responsabile del pagamento della tariffa, in solido con il conduttore, il proprietario delle aree o dei locali per i quali l’occupante non presenti denuncia».

Leggi la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>