Questo articolo è stato letto 182 volte

Il Caso – Rettifica in aumento della rendita attribuita con procedura DOCFA, come deve comportarsi il comune?

imu_riscossione_procedura_DOCFA

Il tema dell’attribuzione della rendita catastale è stato oggetto di diverse pronunce riguardanti fattispecie diverse che dipendono dalla procedura seguita per l’attribuzione della rendita. Nel caso prospettato dal quesito,  la questione deve essere ricondotta alla normativa che disciplina la peculiare procedura DOCFA di cui al DM 701/94, utilizzata per l’attribuzione della rendita catastale del fabbricato in discorso.

Come noto, il citato decreto individua una procedura di aggiornamento automatico della banca dati catastale che consente al contribuente di proporre una rendita per l’unità immobiliare denunciata in catasto, che rimane negli atti catastali come rendita proposta,  fino a quando l’ufficio provvederà con proprio accertamento, in sede di autotutela, entro dodici mesi dalla data di presentazione della dichiarazione, alla determinazione della rendita catastale definitiva…

Continua a leggere l’articolo

 

guida_completa_imu_tasi

Guida completa all’imu – tasi 2016

di Saverio Cinieri

Aggiornato con le modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 alla disciplina sulle imposte IMU e TASI, il manuale analizza nel dettaglio la normativa relativa alle due imposte, tenuto conto della più recente giurisprudenza.

Con l’ausilio di tabelle e grafici, la trattazione esamina l’evoluzione della tassazione degli immobili, per approfondire più nello specifico l’applicazione dell’IMU e TASI e fornisce indicazioni pratiche per la soluzione alle problematiche più ricorrenti.

>> SCOPRI DI PIU’ <<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>