Questo articolo è stato letto 50 volte

Ipoteca e limiti

riscossione

La CTR del Lazio n. 5092/2017 afferma che l’importo dell’ipoteca iscritta non deve avere un valore superiore al doppio del credito preteso, nel rispetto dei principi di ragionevolezza e proporzionalità definiti ex lege. La violazione di questi limiti determina l’eccessivo sacrificio per il contribuente, configurando altresì l’abuso di diritto, specie in assenza di elementi motivazionali giustificativi.

L’importo dell’iscrizione ipotecaria deve comunque rispettare i requisiti di proporzionalità e ragionevolezza, peraltro richiamati dalla Costituzione e dunque non può mai comportare un eccessivo sacrificio per il contribuente potendosi configurare, in difetto, il possibile abuso del diritto.

LEGGI LA SENTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>