Questo articolo è stato letto 13 volte

Nuove nomine alle entrate

Luisa Giordano è stata nominata capo settore internazionale dell’Agenzia delle entrate. E’ arrivato l’incarico firmato Rossella Orlandi, direttore uscente dell’Agenzia delle entrate che ha individuato nella casella del settore internazionale il ruolo più idoneo per quella che attualmente è l’assistente del direttore dell’Agenzia con l’incarico in scadenza proprio in questi giorni. Luisa Giordano è dirigente dell’Agenzia delle entrate e, in precedenza, ha lavorato nella direzione accertamento. Il suo attuale incarico era un ruolo fiduciario e pertanto in scadenza. Con un interpello interno è stata inserita alla guida del settore accertamento internazionale che risultava vacante dal 2015, da quando cioè il precedente dirigente, Maria Paola Mastroeni, era andato in pensione.
Si va definendo in questo modo il passaggio di consegne dei ruoli dirigenziali tra Orlandi e Ernesto Maria Ruffini che arriverà in Agenzia, da direttore, una volta compiuto l’iter della nomina ora al vaglio della Corte dei conti (si veda altro articolo a pagina 7).
Intanto il sindacato Unadis (Unione nazionale dirigenti dello Stato) ha inviato una nota in cui annuncia la proclamazione dello stato di agitazione e dello sciopero per il 30 giugno degli iscritti, dirigenti ex incaricati.
«L’obiettivo del governo», ha spiegato il segretario generale Unadis, Barbara Casagrande, «sembra essere quello di una macchina fiscale impossibilitata a funzionare. La soluzione in manovrina per gli ex dirigenti del Fisco non valorizza le competenze, non risponde al reale bisogno delle Agenzie e crea un meccanismo di precarizzazione che come sindacato non possiamo accettare». Gli avvocati che seguono la vicenda incaricati, il prossimo 13 luglio saranno davanti alla Corte di giustizia europea per discutere di questo argomento e, più in generale, dei casi di precariato nella pubblica amministrazione. «Non si può non tenere conto del merito e delle competenze di questi ex dirigenti», ha spiegato Casagrande, «che per 15 anni hanno assicurato il corretto funzionamento della p.a.».

Fonte: ItaliaOggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>