Questo articolo è stato letto 14 volte

Il punto di Stefania Zammarchi – Dal 1° gennaio anche i comuni hanno l’obbligo di “mediazione”

mediazione

di S. Zammarchi (www.ufficiotributi.it 12/10/2015)

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del d.lgs. 24 settembre 2015, n. 156, recante “misure per la revisione della disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario, in attuazione degli articoli 6, comma 6, e 10, comma 1, lettere a) e b), della legge 11 marzo 2014, n. 23”, si è data esecuzione alla delega fiscale che attiene appunto alla revisione della disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario. Le nuove disposizioni entreranno a regime a decorrere dal primo gennaio 2016 ed avranno un rilevante impatto anche per la gestione degli istituti deflativi del contenzioso da parte degli enti locali.
La novità più interessante e forse più dirompente per la gestione degli uffici comunali è la previsione che afferisce alla “mediazione”, disciplinata dal novellato articolo 17-bis del d.lgs. n. 546/1992.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>