Questo articolo è stato letto 258 volte

Le deroghe TARI 2018

Il Punto di S. Zammarchi

tari

La legge di bilancio per il 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205) non è stata foriera di particolari novità in ambito di fiscalità locale, confermando il divieto di aumento delle aliquote e delle tariffe per i tributi comunali. Questo quadro che, di fatto, lascia immutata l’imposizione della fiscalità locale, mantiene l’unica deroga per la TARI che, in ragione della sua finalità di coprire integralmente i costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta dei rifiuti, deve conservare la flessibilità necessaria per raggiungere il dettato dell’art. 1, comma 654, della legge n. 147/2013. Va rilevato che, in ambito di tassa rifiuti, il legislatore ha riconosciuto ai Comuni, anche per il 2018, la possibilità di incrementare le tariffe TARI e di adottare alcuni meccanismi tecnici introdotti negli anni passati, nell’intento di agevolare la gestione della tassa sui rifiuti. Si tratta della possibilità di determinare le tariffe in maniera meno rigida, derogando ai limiti imposti dal metodo normalizzato, come disciplinato dal D.P.R. n. 158/1999.

>> Continua a leggere l’articolo <<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>