Questo articolo è stato letto 98 volte

Agevolazione per dipendente delle forze dell’ordine

Il Caso di C. Carpenedo

imu

Il Caso

Un dipendente delle forze dell’ordine, proprietario al 50% di un immobile adibito ad abitazione principale, ha trasferito la propria residenza in altro comune presso la caserma ove presta servizio. La causa del trasferimento è l’avvio della separazione legale dal coniuge. Al momento non vi è assegnazione della casa coniugale. A parere del comune scrivente, il contribuente dalla data del trasferimento di residenza fino a quella di assegnazione della casa coniugale dovrà versare l’IMU come altri fabbricati e che nel caso in questione a nulla rilevi la residenza nella caserma e la qualifica di agente delle forze dell’ordine. Si chiede parere in merito.

Risoluzione

L’art. 2, comma 5 del decreto legge 31 agosto 2013, n. 102 convertito, con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013, n. 124 prevede che “non sono richieste le condizioni della dimora abituale  e  della residenza anagrafica ai fini dell’applicazione  della  disciplina  in materia di IMU concernente  l’abitazione  principale  e  le  relative pertinenze, a un unico immobile …

Continua a leggere

 

Per maggiori approfondimenti consulta il nostro SPECIALE sull’ IMU

Novità editoriale:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>