Imposta di sbarco

È illegittima la norma del regolamento comunale che prevede il pagamento dell’imposta di sbarco anche a carico di coloro che utilizzano vettori pubblici o privati o comunque ad altri soggetti diversi dalle compagnie di navigazione.

Il tributo, infatti, è dovuto solo da coloro che, a norma dell’art. 4, comma 3-bis, del D. Lgs. 14 marzo 2011, n. 23, utilizzano le “ compagnie di navigazione che forniscono collegamenti marittimi di linea”.

Continua a leggere l’approfondimento

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.