Incertezza oggettiva quale causa di disapplicazione della sanzione

Il Caso

La CTR della Liguria confermava la decisione della CTP di Genova che aveva respinto il ricorso, promosso da uno Studio e i suoi associati, contro una cartella di pagamento per imposte dichiarate ma non versate.
La CTR confermava il rigetto del ricorso ritenendo che a causa della loro distinta soggettività i tributi non versati dallo Studio professionale non potevano essere compensati con i crediti d’imposta degli associati. la CTR riconoscendo la buona fede del contribuente che non ha inteso evadere l’imposta … e un possibile errore incolpevole disponeva lo sgravio delle relative sanzioni.

La Decisione

La Corte di cassazione, nella sentenza n. 1538/2017 afferma che l’incertezza oggettiva quale causa di disapplicazione della sanzione si distingue dalla buona fede soggettiva del contribuente che non potrà essere motivo di disapplicazione della sanzione.

LEGGI la SENTENZA della Corte di Cassazione n. 1538/2017

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *