La Cassazione conferma l’accatastamento dei porti turistici in D8

Corte di Cassazione Civile sez. V 20/4/2016 n. 7868

La lettura combinata della normativa fiscale e di quella codicistica porta a ritenere che “tutte le componenti che contribuiscono in via ordinaria ad assicurare, a un’unità immobiliare, una specifica autonomia funzionale e reddituale nel tempo” devono essere considerate nella valorizzazione della rendita catastale. La Corte ha quindi confermato la sentenza impugnata che “si è attenuta a detto principio, evidenziando l’esistenza di stabile autonomia funzionale e reddituale degli specchi acquei antistanti al porto turistico ed ai singoli posti barca“.

8891616029Guida completa Imu-Tasi 2016

› Immobili soggetti all’imposta
› Soggetti passivi
› Determinazione della base imponibile
› Aliquote
› Detrazioni
› Rapporti Imu-Irpef
› Versamento dell’imposta
› Agevolazioni
› Esenzioni
› Dichiarazione dei redditi
› Controlli e accertamento
› Riscossione
› Rimborsi
› Sanzioni e contenzioso

Aggiornato con le ultime modifiche introdotte dalla Legge di stabilità 2016

>>> Acquista il volume

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *